23a EDIZIONE DI ABITARE IL TEMPO,
LO SPETTACOLO DELL’ARREDAMENTO, L’EMOZIONE DELLA QUALITÀ

Giornate internazionali dell’arredo

Verona, 18 – 22 settembre 2008

Un turbine di idee che punta diritto al cuore

Il mondo dell’abitare è un mondo che evolve e si raffina. In sintonia con esso, anche Abitare il Tempo si rinnova. La manifestazione veronese, giunta quest’anno alla ventitreesima edizione, promette infatti nuovi percorsi, esperienze, eventi, capaci di valorizzare ancor più lo spettacolo dell’arredamento nella sua ampia varietà di declinazioni, novità e progetti, l’intreccio fecondo di tradizione e innovazione, da sempre prerogativa della rassegna, la qualità dei suoi espositori e visitatori, provenienti da ogni parte del mondo.

Arredamento a trecentosessanta gradi

L’offerta commerciale caratterizzante l’edizione 2008 si preannuncia alquanto ricca e articolata e comprende ormai tutti i settori dell’arredamento. Il fil rouge che collega le collezioni esposte sottolinea l’elevata qualità di cui si fanno interpreti le aziende invitate, accuratamente selezionate fra le più rappresentative nei rispettivi ambiti di competenza. All’edizione di quest’anno prenderanno parte 750 espositori. Tra questi spiccano molti, autorevoli esponenti dell’eccellenza italiana e altrettanti marchi affermati provenienti dall’estero. I padiglioni occupati saranno 7 per una superficie totale di 70.000 mq.
Per quanto riguarda l’affluenza di pubblico, composto da addetti ai lavori, buyers, architetti d’interni, trendsetter e giornalisti di tutto il mondo, si attende un’ulteriore conferma dell’incremento registrato nelle ultime edizioni. In particolare, lo scorso anno i visitatori certificati sono stati 53.702, con una quota di stranieri pari al 20%, in rappresentanza di 96 Paesi, e con la Russia in pole position.

Una fiera in movimento

A partire da quest’anno, Abitare il Tempo si propone di rinnovare gradualmente il layout grafico e l’allestimento dei suoi padiglioni, rendendoli ancora più funzionali, piacevoli e accoglienti per gli espositori e i visitatori. Una progressiva opera di aggiornamento e redistribuzione degli spazi che passa anche per la definizione di aree, percorsi tematici e trasversali in grado di evidenziare le affinità di stile e le sinergie dell’offerta.
In primo luogo, l’accorpamento delle aziende del tessile, della biancheria per la casa, dei reggitende e complementi tessili, in padiglioni contigui, il 2 e il 3. A questo riguardo, ricordiamo che Abitare il Tempo rappresenta, con 140 espositori riuniti in fiera, la più importante manifestazione dedicata in Italia al settore, grazie anche alla partecipazione degli editori tessili di Incontri Aneta.
Da segnalare una più omogenea distribuzione dell’oggettistica e dell’arte della tavola, all’interno del pad. 6.
Ed infine un nuovo allestimento per i settori cucina e arredobagno affidato all’arch. Giulio Cappellini, così come il restyling grafico negli altri padiglioni.
I cambiamenti sopra descritti sono una anticipazione di quanto avverrà nell’edizione 2009, quando Abitare il Tempo rinnoverà completamente il suo “look” dentro e fuori i padiglioni.

 
var1: var2: var3: var4: var5: var6:
Apache::DBI::db=HASH(0x7f63277b9bb8)