Presentazione
Gli Espositori
Eventi di Ricerca
Architetture d'interni
Linking People
   5 Sensi per 1 Spa
   Grand Hotel Salgari: il mondo da una stanza
   Hospitality Art Space
   La Suite dell'Imperatore
   Life in Work
   Palladio e il Design Litico
   Sumhuram 16
   “Terme di Livigno” wellness feeling
   Under the Sea
   Wow - Linking the Globe
Michelangelo Architetto
Premio Abitare il Tempo 2008
Convegno Federmobili
Presentazione 1° Concorso Internazionale per Interior Designers "ABITARE X DUE"
I Meccanismi del Tempo
 

“TERME DI LIVIGNO” wellness feeling
Centro benessere integrato più grande d’Europa. 16.000 mq di emozione
Progetto di Interior design di Simone Micheli

Piano strategico: Pi.Co Wellness
Committente: Aquagranda

Le aziende dell’iniziativa espositiva sono:

sponsors
ARTEDELRICEVERE
CONTRACT LINE
HYPOTENUSA WELLNESS
CARTHUSIA, ESTEBAN a cura di INTERTRADE EUROPE
LEMI
MAPEI
MIZAR
NOKEN BY PORCELANOSA
PEVONIA BOTANICA
PLANIT
PIETRELLI PORTE
PORCELANOSA GRUPPO
SAMBONET
SASSI ARREDAMENTI



sponsors tecnici
PI.CO WELLNESS
POINTEX


Simone Micheli presenta in seno a Linking People il mood della prestigiosa opera attualmente in corso di realizzazione: Le Terme di Livigno.
L’allestimento rappresenterà una visione significante dell’esteso progetto che occupa una superficie di 16.000 mq, rappresenterà un frammento capace di esprimere il senso dell’intero progetto del quale verranno esposti degli estratti planimetrici.
L’acqua termale, piscine ludiche e non, thermarium, centro estetico, area fitness, aree commerciali, ristoranti, bar, hotel rappresentano il vincente mix del progetto delle Terme Livigno il cui piano strategico è stato definito da Pi.Co Wellness.
La sintesi segnica presentata all’interno dello spazio allestitivo permetterà al visitatore d’immergersi in una scheggia narrativa affascinante e coinvolgente capace di raccontare la globale storia dell’esteso progetto, catapulterà il visitatore nella visione estetica creata dall’Architetto Micheli per una committenza d’eccezione: Aquagranda con la quale è stato realizzato un vasto ambito volumetrico da sogno.
Nelle parole dell’Arch. Micheli il senso del progetto:
“Il concetto attorno al quale ruota l’intero progetto delle Terme di Livigno e dunque il progetto allestitivo veronese è quello dell’equilibrio, della bellezza, dell’unicità.
Il concetto di equilibrio che fin dai tempi dei romani si andava cercando nella vita di ogni essere umano è rimasto ai nostri giorni ancora fonte di ricerca.
Le terme romane, luoghi per eccellenza dedicati alla rigenerazione psico-fisica, hanno ossigenato con abbondanza le menti dei contemporanei creatori che operano in questa fatata dimensione, originando risposte progettuali, camaleontiche e sempre più lontane da una dimensione di reale equilibrio.
Oggi la contaminazione di plurime funzioni connesse al benessere, ha generato storie contenutistiche funzionali che partendo dagli storici contenuti delle antiche terme, sono divenute altro.

Oggi è necessario, attraverso progetti sinestetici, riscoprire l’addormentato mondo delle sensazioni, è necessario definire nuovi campi di equilibrio per riuscire a vivere con pienezza, verità ed entusiasmo il nostro presente.
Dobbiamo tentare di riscoprire inconsciamente le nostre origini.
Il nostro sistema metropolitano ci ha fatto perdere la capacità di sorridere guardando un fiore, di stupirsi ascoltando il rumore del vento, di sognare osservando un tramonto, di inebriarsi con il profumo di un oleandro in fiore.
Il caos che attanaglia il nostro presente ha annullato la magia del pieno godimento di attimi vissuti solo ed esclusivamente per noi, per rilassare il nostro corpo e la nostra mente, per ascoltarci e ritrovarci.
Il vasto progetto delle Terme intende divenire “il luogo per la rigenerazione psico-fisica”, il luogo e non un luogo, dove per poter soddisfare questa fondamentale esigenza, il luogo dell’equilibrio, della bellezza, dell’unicità.
C’è bisogno di ambiti spaziali che sappiano infondere nell’umano visitatore tranquillità, armonia e che riescano a creare il giusto spirito per far conciliare il nostro corpo con la nostra mente ed anima.
C’è bisogno di luoghi che ci facciano provare emozioni positive che ci trasportino dal nostro mondo quotidiano ad un mondo nuovo, completamente diverso, dove l’unico protagonista è l’ Io e tutte le sue varie forme e sfumature.
C’è bisogno di verità, di trasparenza, di emozione per riscoprirsi attori principali in una dimensione appartenente all’universo di un possibile equilibrio altro.
Vivere delle esperienze emotive in ambiti volumetrici dedicati alla valorizzazione dell’Io può generare solo grandi positività, non solo fisiche ma anche mentali, può portarci sulla strada della completa e piena sintonia con noi stessi e con l’ambiente che ci circonda.
Come ci insegna la cultura orientale non dobbiamo eliminare ciò che di male c’è dentro di noi ma dobbiamo semplicemente trovare un bilanciamento fra bene e male, e per farlo dobbiamo saper ascoltare noi stessi varcando le soglie del tempo e dello spazio.
In questo senso il progetto delle Terme di Livigno si pone come obiettivo principale di essere considerato, dal mondo, come un vero e proprio manifesto spaziale di un nuovo modo di intendere il benessere; di divenire un contenitore di bellezza, di unicità di straordinarietà, in grado di farci ritrovare quella dimensione perduta nel tempo e che oggi è sempre più importante riscoprire; di favorire il nostro ingresso in una nuova dimensione all’interno della quale rientrare in diretta comunicazione con noi stessi.
Le Terme di Livigno saranno concepite come uno spazio opera da celebrare attraverso la propria corporeità e da cogliere in maniera globale con la propria spiritualità.
Le Terme di Livigno permetteranno al visitatore di vivere esperienze emotive, ludiche, di relax e di rigenerazione psico-fisica entusiasmanti, garantiranno agli utilizzatori di vedere trasformate istantaneamente le loro esperienze percettive in meravigliosa memoria.
La simbolica installazione veronese parlerà di questo”.
Simone Micheli Architetto

Simone Micheli
Professore universitario, fonda l'omonimo Studio d'Architettura nel 1990, e la società di progettazione "Simone Micheli Architectural Hero" nel 2003. I suoi lavori di architettura, contract, interior design, exhibit design, design, grafica e comunicazione sono legati al mondo dell'esaltazione sensoriale. Nel corso degli anni ha firmato plurimi interventi architettonici, di interior e di allestimento legati al mondo domestico e contract. Ha progettato numerosi oggetti d'uso per alcune tra le più qualificate aziende europee del settore. Ha esposto alla Biennale di Venezia, settore Architettura. E’ curatore di mostre tematiche “contract” e non solo nell'ambito delle più importanti fiere internazionali di settore. Rappresenta nel 2007 l’interior design italiano partecipando al XXX Congreso Colombiano de Arquitectura a Baranquilla – Colombia e nel 2008 alla Conferenza Internazionale di Architettura per il contract ad Hannover in Germania.
Le interviste ed i filmati sulle sue opere sono stati effettuati, a più riprese, dalle Reti Televisive Italiane “Mediaset”, “Rai”, “Sky – Leonardo – Alice - Gambero Rosso” e straniere, come “Tele France”, Televisione Svizzera, Reti Televisive Cinesi e Coreane.
Tra i premi internazionali recenti si ricordano: il “Design Plus 2007” – Francoforte ed il “Comfort & Design 2008” – Milano, con il radiatore d’arredo “Badge” per Cordivari; il “Best Interior Design” e il “Best Apartment Italy” con il progetto “Golfo Gabella Lake Resort” per Sist Group a Maccagno sul Lago Maggiore, nella competizione “Homes Overseas Award 2007” – Londra (premio internazionale riservato ai migliori sviluppi immobiliari residenziali nel mondo), l’ “European Architectural Award Plaster 2008” - Portogallo, con la realizzazione della villa Rizzo a Milano.
Tra i suoi progetti recenti si ricordano: “NewUrbanFace”, punto informazioni turistiche della Provincia di Milano, la prima vetrina pubblica milanese come anteprima dell’EXPO 2015 ; la Spa dell’”Atlantic Hotel” per il gruppo Boscolo a Nizza; le nuove Terme di Livigno - centro benessere integrato più grande d’Europa - per Aquagranda; il recupero architettonico e di interior design con destinazione turistica del “Borgo Paradiso” a Veddo (VA); l’edificio residenziale e commerciale per Maco a Rivoli (TO); la storica Pinacoteca per il Comune di Viareggio a Viareggio; l’ Hotel “Confort-Zone” a Brescia; l’ ”I-Suite Hotel” di Rimini per Holiday Company; il “Park Hotel” ad Arezzo; l’Hotel a Maccagno (VA); l’Hotel “Campo Imperatore” sul Gran Sasso (AQ) e l’Hotel “Porto Ercole Spa & Resort” sull’Argentario.
Le sue opere sono pubblicate sulle più importanti riviste italiane ed internazionali, per la visione si rimanda al sito internet: www.simonemicheli.com

Home | English Version